il dito sporco

si poteva toccare il cielo con un dito

spostando la luna a destra

infilarcelo dentro.

insistendo

arrivare al cuore della questione con il dito sporco.

avere la voglia di leccarlo.

ma i cieli trascorrono, le nuvole passano.

si chiude il sipario

nessun clamore. ê tutto compreso nella storia.

BD

Anzio 26 giugno 2022

la leggenda dei sentimenti

nella lingua di mare tra Calpe e Abila

si ammucchiano i sentimenti consumati.

alla fine del mondo, quelli morti appena nati.

dicono che se vai li e tendi l’orecchio

li senti cantare. dicono anche che il mare

si strugge piangendo sale. nessuno ê tornato,

sono tutti impazziti d’amore e sorreggono

le colonne insieme a Ercole.

BD

Anzio 12 giugno 2022

dei mali del mondo

c’è gente che passa il Rubicone
ogni giorno, che non può
guardare volare gli aquiloni,
che ha poggiato gli occhi
da bambino sul comodino.

che non mangia per far mangiare i figli.

e la prostituzione di ragazze,
di un futuro senza marito.

il bicchiere di cicuta
che pochi riescono a bere
senza morire da filosofi.

volendo ammettere che si muore
una volta e non per ogni miseria
umana e ad ogni lacrima di bambino.

piango bellezza e scrivo
per non ammalarmi
dei mali del mondo.

BD

Anzio 27 maggio 2022

Regalami

Regalami

un filo di perle di rugiada

e la foglia su cui poggiarlo.

Regalami

un papavero, una margherita e

una terra infinita per crescerli.

Regalami

uno scampolo bianco per ricamare sicurezze

e uno nero per sognare.

Regalami

la confusione e il mistero,

i sensi e i peli.

Non voglio cose.

E prezioso quello che si imprime nell’anima, non si compra e non si rompe.

BD

Anzio 7 maggio 2022

Dimenticando

Ho sconsacrato chiese per molto meno di uno sguardo.

Ho dato fuoco al sacro. Bruciato anche l’acqua.

Ho visto la distruzione, contato i pezzi di macerie.

Ho mentito sulla colpevolezza mentre

lo stomaco vergava il cuore. Al centesimo colpo,

l’espiazione era compiuta. Si poteva ricominciare, dimenticando.

BD

Anzio 6 maggio 2022

sono sincere

vorrei contare la mia solitudine,

ubriacarmi fino a vomitare le parole che mi appartengono.

perché devo esser felice oggi?

ogni giorno sacrifichiamo agnelli, si muore e non si risorge.

sono feste di paese queste, con la banda e i pennacchi,

un cartoccio di noccioline. nell’uovo la mia riluttanza, pastosa e dolce.

Brando che non sa, fa le fusa e sono sincere.

BD

Anzio 17 aprile 2022

Da ieri sono uomini

il re dei re non ê mai nato.

dall’inizio dei tempi i pastori sono in viaggio.

hanno circumnavigato la terra

sull’equatore, come equilibristi sul filo.

sono rimasti senza pecore e lana.

da ieri, costruiscono trincee di cartone

ovunque vi sia una guerra. dai ieri

sono uomini senza missione divina.

BD

Anzio 16 aprile 2022