il sacchetto sporco

il ristagno delle monete nel sacchetto
sporco di Caronte è in anticipo sul tempo e sui fatti.
tintinna che per tutti si approssima
la data esatta. anche per i neonati.
sicché la legge del fiume parla
chiaro, si scorre verso la foce.
che sia l’inferno che sia paradiso,
è sempre il mare ad attenderci.
il limbo è la stasi di porcellana
della bambola dal sorriso dipinto e stinto.

BD

Anzio 29 aprile 2022






come fosse una fionda

si tirano sassi con la bocca,
come fosse una fionda.
sono colpi secchi, pungenti.
a tradimento. sulla schiena.

potremmo tirare
fatti belli e ricordi di stelle
o miliardi di anni luce.
tirare zucchero a velo
sui cuori pietrificati, affaticati, affamati.
lanciare fiori a chi si sente brutto,
sale per chi è insipido,
briciole di vita a chi sta per lasciarla,
abbracci per chi è solo,
baci d’amanti e scosse d’orgasmi per tutti.

fionde come culle dove
il pianto colpito è un pianto di felicità.

BD

Anzio 28 aprile 2022

Memoria e propositi_Il Cimitero Americano di Nettuno

Condivido la storia del mio territorio, una passeggiata tra memoria e buoni propositi.

Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare (LS)

L’ingresso
Il viale
L’allineamento delle croci
Particolare delle croci
Il Tempio
Il retro del Tempio
E pluribus unum
Siamo in tre (volevo esserci)
Grazie
La Cappella dei Nomi
Particolare della Cappella dei Nomi
Particolare della Sala dedicata alle Operazioni di guerra
Particolare della Sala dedicata alle Operazioni di guerra
Particolare della Sala dedicata alle Operazioni di guerra
La moltitudine di Croci Bianche

Ciao Pà

so tre anni che tte ne sei annato
na Libberazzione dentro a Libberazzione
na festa dentro n’artra festa,
dopo quello ch’ai tribbolato!

so tre anni che c’ho tutto n’testa
arcune cose nun se lavano
co l’acqua fresca de na fonte
fosse puro quella drento na chiesa.

ma er core che te batteva in petto prima
te batte puro mo, o sento come le campane
de la domenica ammattina, che sonano a festa
pe chi ce crede e puro pe quelli mezzi mezzi.

te vedo seduto n’portrona co le gambe molli
che te fai na pennicchella, co l’occhio mezzo
aperto a vedè che succede. stai stampato li
sopra, cor corpo e con l’anima.

certo nun se potemo fa du chiacchiere,
nun se fumano na sigaretta, non pijamo
per culo mamma, nun giocamo co le regazzine.
o faccio sa sola ma a coprimme le spalle ce stai te.

sei più callo de na coperta, più vivo de certi vivi.
mo ner bbene e ner male quello che sso sei stato
puro tte, ammazza se ce somijamo.
ner silenzio e nello sguardo e magna spaghetti.

nun sso più che ditte, volevo trovà na frasona,
che manco er Trilussa, ma o sai che te dico?
a Pà te vojo bene.
Ciao Pà.

Anzio 25 aprile 2022

erano i vetri appannati e il trasudo ormonale

erano i vetri appannati e
il trasudo ormonale.
si poteva saltare di stella
in stella, in groppa alla cometa
lasciarsi portare di notte in notte.
immergersi nel vuoto, fluttuare
nel mare. farsi d’amore
endovena, inghiottire pillole
d’orgasmo. satelliti in caduta
libera a spirale sul pianeta più
lontano. viaggiare lenti tra i quark.
tuffarsi in un buco nero,
farsi onda e propagarsi.
reiterare il tempo per spartirsi
l’essere. in assenza di linee rette e angoli,
purissimi attimi di luce, senza tempo.

BD

Anzio 24 aprile 2022

sento la pioggia

sento la pioggia
nelle ossa e nei muscoli.
anche nella mascella serrata.

è un presagio.
cambia il tempo.
le prime gocce salate
sono scese dagli occhi.

spetterà al cielo continuare,
a sciogliersi. è un contributo
alla salute universale.

non c’è dolore, non c’è
rassegnazione. lo sanno anche
i bimbi, per ritrovare il cielo blu
le nuvole devono sparire.

BD

Anzio 23 aprile 2022

è terra arata in profondità


ingoio più di quanto so sputare.

è esercizio:
alla sopportazione,
a limare parole,
ad abbassare l’asticella dell’emozione,
al silenzio,
ad andare via e non pentirmi,
ad abbandonare ed essere abbandonata,
a fidarmi di meno, a non fidarmi,
a bere l’amaro e ad essere impassibile,
a piangere e a ridere dei miei difetti,
a sbuffare e tribolare,
a fare da sola,
alla solitudine,
a spogliarmi e a nascondermi,
a fare l’amore e a rifiutare,
a guardarmi allo specchio,
a pettinare i capelli,
a invecchiare.

non è un caso, non è il destino.
è terra arata in profondità
dalla lama d’acciaio del tempo.

BD

Anzio 22 aprile 2022






anima di ferro

la limatura disegna onde.
stigmatizza curve ed ellissi.
vola al primo soffio.
si rideposita. è nera come la
fuliggine, attutisce il colpo,
forse lo nasconde. barcolla ogni
anima di ferro, è solo
un vestito pesante. sudare,
soffrire, è uguale. lo squarcio
nello scudo è nel petto.

BD

Anzio 21 aprile 2022