la punteggiatura

la punteggiatura
è tutta nel midollo.

le virgole ricorrenti,
gli incisi dell’inerzia.
la curva dell’interrogativo.

ma il punto e a capo, arriva,
sempre e spezza il flusso e le gambe.

si muore e non lasciamo
che un punto esclamativo
nell’amen definitivo.

BD

Anzio 29 luglio 2022



i bambini non sudano

i bambini non sudano
all’equatore e non traslocano
i pensieri dal cuore alla mente.

un balzo, a piedi uniti, e
i peli sul pube diventano crespi e
duri come la consapevolezza della morte.

si brina. il brinamento della vita si compie a sette.

quanta felicità è stata lasciata indietro,
nelle tasche, negli zainetti. non passa
nelle ossa grandi, non si trattiene
nei cigolii. potessi mangiare un gelato
e sentire il cuore che scoppia!

abbracciare mamma e sapere, scientemente,
che tutto andrà bene.

BD

Anzio 25 luglio 2022

in un bicchier di vino

chiedo: ma lo tsunami non si forma
in mare aperto con il colpo
bastardo di una farfalla?

mi aggrappo alla cresta
argentea di un’onda
benigna. scivolo via.

avvistata la terra, stringo
più forte, il suo mestiere
è abbattersi ed io con lei.

sarà il richiamo della terra, penso.

tocchiamo terra, con garbo.
ci infiliamo ovunque con dolcezza.
bussando alle porte, chiedendo
il permesso.

alla fine l’onda si è spenta,
quest’onda gentile è morta,
lasciandomi in piedi
in un mondo pulito.

e ora?

BD

Anzio 24 luglio 2022

Pasolini incontrava Pound

Pasolini incontrava Pound
dopo la follia dei ghetti e
i crematori.

sono nata dopo

la discesa dei barbari e
la reggenza dell’inferno.

Pasolini e Pound sono morti,

ed è la colpa più ignobile,
commuoversi senza ricordare.
girare e rigirarsi tra le parole vive
degli ormai morti e sentirsi più
morti dei morti.

solo voci e parole in bianco e nero.
incontri casuali, amori occasionali.

finirà anche questo coinvolgimento
da riporto. finiranno le parole.
finirà anche l’inchiostro.

perché la goccia di pioggia
risalirà il vetro della finistra
ignorando la forza di gravità,
che ci spinge, per ora, a tornare alla terra.

BD

Anzio 23 luglio 2022





la leggenda del fiore che si trasformò in stella

nacque,
nel tuo giardino,
un meraviglioso Fiore

Marta

d’acqua e sabbia
di sole e mare
cristalli di sale

una notte, il Fiore,
alzando la corolla al cielo,
vide la luna e le stelle e
scoppiò l’amore,
che si confuse al dolore

splenderà al buio
negandosi alla luce

in quel giorno,
si recise il gambo
e Orione colto da passione
lo trasformò in Stella.

da allora,
narra la leggenda,
nel tuo cielo di preghiere
dimorano Grazia e Bellezza
del tuo amore
eternamente
compiuto

BD

Anzio 21 giugno 2022

PS: a Marta e Cristiana, con tutto l’amore di cui sono capace.