t’ho abbandonato

t’ho abbandonato
per crescerti sano
al riparo dai miei umori
dai miei mille sapori di maturità incerte
sei continua scoperta
sei la mia calda coperta
che ho riposto nell’armadio antico
divorato dai tarli
non mi sono arresa
sono solo sospesa
tra il bisogno e l’assenza
spaccata a metà come la mela peccaminosa
non cogliermi oggi
e nemmeno domani
lasciami qui
appesa all’albero maestro
sospinta dal vento di maestrale
cresci e vienimi a cercare
nelle remote terre della dimenticanza
mi troverai li
a godermi il sole caldo del tuo abbandono

BD

Anzio 29 settembre 2020


non solo nella carne e nelle ossa

che pensi
che mi basti

che una dolce parola mi cambi la giornata
che un abbraccio mi scaldi dal freddo
che un bacio riaccenda il fuoco
che le mani mi proteggano

non basta più
ad un amore esperto
quasi vecchio

vorrei mari sconosciuti da solcare
senza rotte senza timone
capelli come vele al vento
socchiudere gli occhi difronte al sole
la pelle salata
e ancora andare fine alla fine del mondo
in ogni tempo
per comprendere
che la bellezza di ogni essere
è nell’amore completo
fuso agli elementi di vita
e non solo nella carne e nelle ossa

BD

Anzio 17 settembre 2020

Mia Martini-Minuetto

Dedicata a chi si strugge d’amore

È un’incognita ogni sera mia
Un’attesa, pari a un’agonia
Troppe volte vorrei dirti “no”
E poi ti vedo e tanta forza non ce l’ho
Il mio cuore si ribella a te, ma il mio corpo no
Le mani tue, strumenti su di me,
Che dirigi da maestro esperto quale seiE vieni a casa mia, quando vuoi, nelle notti più che mai
Dormi qui, te ne vai, sono sempre fatti tuoi
Tanto sai che quassù male che ti vada avrai
Tutta me, se ti andrà per una notte
E cresce sempre più la solitudine
Nei grandi vuoti che mi lasci tuRinnegare una passione no
Ma non posso dirti sempre sì e sentirmi piccola così
Tutte le volte che mi trovo qui di fronte a te
Troppo cara la felicità per la mia ingenuità
Continuo ad aspettarti nelle sere per elemosinare amoreSono sempre tua, quando vuoi, nelle notti più che mai
Dormi qui, te ne vai, sono sempre fatti tuoi
Tanto sai che quassù, male che ti vada avrai
Tutta me, se ti andrà, per una notte, sono tua
La notte a casa mia, sono tua, sono mille volte tuaE la vita sta passando su noi, di orizzonti non ne vedo mai
Ne approfitta il tempo e ruba come hai fatto tu
Il resto di una gioventù che ormai non ho più
E continuo sulla stessa via, sempre ubriaca di malinconia
Ora ammetto che la colpa forse è solo mia
Avrei dovuto perderti, invece ti ho cercatoMinuetto suona per noi, la mia mente non si ferma mai
Io non so l’amore vero che sorriso ha
Pensieri vanno e vengono, la vita è così

Bembo-Califano

Anzio 11 agosto 2020

un milione di perché

perché divento rossa ad uno sguardo audace
perché mi perdo nelle dolci parole
perché mi ritraggo alle carezze
perché soffro delle assenze
perché non respiro la stessa aria
perché muoio negli occhi belli
perché la ragione tace

un milione di perché più uno
che fluiscono incessantemente
violenti e turbolenti
perché l’amore non si doma
travolge
senza alcuna possibilità
di dire
giudice mi oppongo
e il verdetto è impietoso

BD

Anzio 15 luglio 2020

occhi neri

occhi neri
color caffè nero bollente
come sentirsi a casa
occhi umidi di sonno e
morbidi come il cuscino
sul quale si è dormito
occhi che contemplano
il soffitto bianco
dopo aver dato tutto di se
occhi in cui sprofondare
ferocemente d’amore
è questa l’appartenenza
che cerco
per morire la notte
e risorgere ogni mattina
occhi che mi guardano.

BD

Anzio 7 luglio 2020





Polvere di polline

nelle notti di luna morta

in cui niente è vero

e il vento sussurra canti d’amore

rose bianche senza spine

dal cielo cadono come neve.

con occhi impuri sbircio da una finestra

e del candore mi nutro

per farmi trasparente all’amore

e immune al dolore.

si, nevica petali il mio cielo

e nella bellezza assoluta mi disperdo

come polvere di polline feconda

BD

Anzio 4 luglio 2020