se ci sei

ti guardo di notte
con gli occhi di un felino

ogni tuo movimento
conosco
ogni tuo respiro
mi scalda

ma di silenzio e cautela
son fatti i miei piedi

mai sentirai il passo
mai potrei svegliarti
perché vederti dormire
è il mio miracolo

e questo mi basta
per essere felice

nell’oscurità che mi stringe
con le tua braccia forti
e se ci sei
non ho paura

BD

Anzio 23 marzo 2021


More Than a Feeling_Boston

Traduzione

Ho guardato fuori questa mattina e il sole se n’era andato
ho messo su della musica per iniziare la giornata
mi sono perso in una canzone che conoscevo
ho chiuso gli occhi e il tempo mi è volato

è più di una sensazione quando sento quella vecchia canzone che suonavano anni fa (più di una sensazione)
inizio a sognare (più di una sensazione)
finché non vedo Marianne andare via
vedo Marianne andare via
Così tante persone sono passate e se ne sono andate
le loro facce diventano sfuocate col passare degli anni
ma ancora quando vago con la mente mi tornano in mente
chiare come il sole nel cielo estivo

è più di una sensazione quando sento quella vecchia canzone che suonavano anni fa (più di una sensazione)
inizio a sognare (più di una sensazione)
finché non vedo Marianne andare via
vedo Marianne andare via

Quando sono stanco e i miei pensieri diventano negativi
mi rifugio nella mia musica dimentico la giornata
e sogno una ragazza che conoscevo
ho chiuso gli occhi e se n’è andata
se n’è andata. se n’è andata.

è più di una sensazione quando sento quella vecchia canzone che suonavano anni fa (più di una sensazione)
inizio a sognare (più di una sensazione)
finché non vedo Marianne andare via
vedo Marianne andare via

ho bisogno che mi parli

ho bisogno che mi parli
di che vita sei fatto

se le tue mani bruciano
d’ardore o di dolore
se il tuo cuore è
un battitore solitario

ho bisogno che mi parli
di che passato hai mangiato

se trovasti felicità
nei tuoi sassi in tasca
se incontrasti la pena
di una tenerezza

ho bisogno che mi parli
di che futuro vorresti

se sarà giorno e notte
come dev’essere
se di notte accanto a te
ci sarò io per sempre

BD

Anzio 22 marzo 2021

Bottega109, le sue rime e la mia emozione

Nasce tutto da una scoppiettante Poesia di Bottega109, Burlesque, alla quale ho risposto (per puro gioco che sottintende stima e rispetto) con una poesiola rimata

se qui si rima
io son pronta
un gesto di stima
che non tramonta

baciata o alternata
la rima è amata
se dice il vero
a muso altero

e tu l’hai fatto
hai verbato realtà
prendo atto
della tua lealtà

nei suo confronti
e senza sconti
il vero va detto
e che sia benedetto

E Bottega109 che fa? mi dedica una Poesia che mi ha strappato il cuore, lo ha centrato di netto con un sol colpo!

Ma scherzi, suadente pensiero,
nessun perdono devo soffiare,
delle tue rime son prigioniero,
come pagliuzza da far navigare.
Portami a riva, o mia capitana,
dove lo spasso sia mia filigrana,
dove il sole possa ora brillare,
senza ansia, il giocoliere allietare.
Tue le parole, o mio salvagente,
di notte, di giorno, acquieti la mente,
mostri il pensiero che porta emozione,
il soffice impasto, il prelibato boccone.
E allora sussurro, altrove o qui,
come potrei far a meno di B.

Non aggiungo altro, se non la mia tenera gratitudine.

BD

Aznio 21 marzo 2021

“L’uomo e il mare” di C. Baudelaire

Sempre il mare, uomo libero, amerai!
perché il mare è il tuo specchio; tu contempli
nell’infinito svolgersi dell’onda
l’anima tua, e un abisso è il tuo spirito
non meno amaro. Godi nel tuffarti
in seno alla tua immagine; l’abbracci
con gli occhi e con le braccia, e a volte il cuore
si distrae dal tuo suono al suon di questo
selvaggio ed indomabile lamento.
Discreti e tenebrosi ambedue siete:
uomo, nessuno ha mai sondato il fondo
dei tuoi abissi; nessuno ha conosciuto,
mare, le tue più intime ricchezze,
tanto gelosi siete d’ogni vostro
segreto. Ma da secoli infiniti
senza rimorso né pietà lottate
fra voi, talmente grande è il vostro amore
per la strage e la morte, o lottatori
eterni, o implacabili fratelli!

sarà natura

sono erba verde di prato,
essenza di morbido esistere,
per piedi bisognosi della terra e
di un ritorno ad un contatto
con il vero che si porta vivendo.
camminami e percepiscimi,
desiderio d’acqua e sole
che mi faccia crescere e null’altro.
accarezzami e sentimi,
creatura di un tutto che mai finirà.
coglimi per riprodurmi,
seme d’infinito nelle tue mani.
questo chiedo e niente pretendo.
solo accortezza e cura,
gesti di ciclica spontaneità
come le stagioni, il rifiorire in primavera,
e sarà natura.

BD

Anzio 20 marzo 2021

le tue guance

le tue guance,
rosse di tenerezza,
sono quel che voglio.
desidero morirci
per una dolce carezza
e rinascerci nella successiva.
in un infinito sfiorarsi
che del sesso non ha ricordo.
infine
addormentarsi,
lenti ed esausti,
leccando il miele
che cola dalla labbra.

BD

Anzio 18 marzo 2021

una preghiera silenziosa

una preghiera alla mia stella gemella
di muto silenzio, uno strale di sguardi
un dolore composto e mai passato

non cerco risposte, solo il tepore
di un luogo accogliente
per dormire un sonno beato

le mani che mi accarezzeranno
senza chiedere nulla in cambio
saranno casa e miele

di millefiori che spunteranno
oltre la coltre di neve e nebbia
e sarà primavera d’inverno

per ora, ogni ora un grano del rosario
che mi ripete arriverà la bellezza
e sarà tenerezza e baci

vivo il mio presente
e cammino da sola
amando me stessa

BD

Anzio 17 marzo 2021


il filo d’Arianna

o, oppure.
c’è sempre un valore
che disgiunge
ciò che era unito.
prendi il sottile filo d’Arianna
per ritornare a te,
per ritrovare un “e”,
che congiunge
dopo aver ucciso
il mostro che divora
da dentro.
di quel filo
fai un gomitolo
e riponilo in tasca,
fino al prossimo
tormento.
sarà la strada di casa,
ovunque sia
con chiunque tu voglia.

BD

Anzio 15 marzo 2021

superGià inspired