Mi alzo

Starsene seduti
raccolti su se stessi
come monadi
senza spiragli sul mondo
concentrati sul proprio io
sempre più raggrinzito e
consumato dai giorni

mentre

fuori c’è l’aria fresca del mattino
la musica incalzante della radio
le parole dolci degli amanti
le urla gioiose dei bimbi
il pianto disperato di un dolore
la fatica di chi lavora la terra
la felicità che ti sfiora all’improvviso

perché?

Mi alzo
cammino
e allora vivo.

BD

Roma, 13 giugno 2019

2 risposte a "Mi alzo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...