Ogni maledetta volta

Ogni schiaffo ha il suo livido,
ogni graffio la sua ferita,
ogni offesa la sua cicatrice.

Memento delle mani che mi colpirono,
degli occhi che mi osservarono e
della voce che mi umiliò.

E ogni maledetta volta

la bellezza mi ritrovò a fatica,
assaporando la metamorfosi dell’anima
coniai parole nuove

e scordai le vecchie.
La sorgente universale mi riportò
nelle acque gorgoglianti dell’abbondanza.

Il mantra della rinascita
accompagnò i miei passi
Il mantra della benedizione

curò la mia carne malata.
Ed io tornai a cantare l’armonia e l’amore
con voce rinnovata.

BD

Roma, 4 marzo 2019







Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...